L'informazione in Odontoiatria



Posturologia Ortodonzia Apparecchio invisibile Parodontologia Gnatologia Alitosi
Implantologia Prevenzione Denti bianchi Ortodonzia invisibile Radiologia Piorrea
       

CANDIDOSI ORALE

   

 
 
servizio newsletter

PER MEDICI E ODONTOIATRI

Nome
Cognome
E-mail

motore di ricerca

CERCA UNA PAROLA DI ODONTOIATRIA

 
 
nel Web in questo sito

 

Domanda Vorrei domandarle le cause che possono provocare una candidosi orale, mio figlio di 3 anni è un bambino epatotrapiantato è tuttora sottoposto ad una cura immunodepressiva con Prograf (tacrolimus) 1mg. Le dosi che assumme in quest'ultimo periodo sono molto variabili in quanto i livelli di FK nel sangue subiscono continue oscillazioni. Circa una ventina di giorni fa mio figlio è stato ricoverato perché aveva tutta la bocca bianca con alcune lacerazioni sanguinolenti, hanno diagnosticato come una forte stomatite erpetica e curata con panacef sospensione, diflucan sospensione, deaktine gel e zovirax sospensione. Negli ultimi due giorni il bambino ha lamentato dei bruciori in bocca, siamo andati in ospedale per un controllo e da una rapida occhiata il bocca la dott.sa ha diagnosticato una candidosi riproponendo la stessa cura fatta durante il ricovero a meno dell'antibiotico, il Panacef, io ora da ignorante in materia mi domando: come è possibile che una stomatite erpetica ed una cadidosi orale abbiano la stessa profilassi curativa, inoltre ho dato un'occhiata sulla rete ad alcuni trattati di medicina e la candidosi orale viene presentata con macchie rosse sulla lingua e non come nel caso di Federico macchie bianche. Infine, e poi la lascio al suo lavoro, essendo mio figlio restio a spazzolare bene i denti, esiste una possibile correlazione tra la scarsa igiene orale e la candidosi, se si esiste un collutorio che il bambino possa usare per sopperire al non sufficiente uso dello spazzolino?
La ringrazio anticipatamente per le delucidazioni che mi darà.

Dr.Umberto Molini

Risponde il Dr. Umberto Molini
Condirettore Scientifico OdontoClinic
contatti

Il fatto che il suo bambino sia in trattamento con farmaci immunodepressori facilita l'insorgenza della candidosi orale: un'infezione delle membrane mucose della bocca causata da un fungo chiamato Candida Albicans. Quando la resistenza alle infezioni si abbassa, il fungo, normalmente presente nel cavo orale, può proliferare provocando le lesioni caratteristiche.

La forma che Lei descrive, con macchie rosse sulla lingua, è quella eritematosa, esistono però altre forme, ad esempio la pseudomembranosa, frequente nei pazienti immunodepressi, che può presentarsi con estese placche bianche interessanti la mucosa buccale, la lingua, il palato e l’uvula. La loro rimozione lascia una superficie eritematosa e sanguinolenta.

Per la terapia, il farmaco d’elezione nei pazienti immunodepressi è il fluconazolo (diflucan), un antimicotico in grado di controllare la malattia in 7/14 giorni.

L’igiene orale è fondamentale, sia per la prevenzione della candida che per la risoluzione delle lesioni. I residui di cibo e medicine che si depositano sui tessuti del cavo orale e sui denti devono essere prontamente rimossi, perché possono predisporre alla malattia o aggravarla. Le posso consigliare a questo proposito di far effettuare al bambino, subito dopo i pasti o l’assunzione di medicine, sciacqui con acqua seguiti dalla pulizia meccanica con spazzolino e dentifricio. A tre anni un bambino è in grado d’imparare a spazzolarsi i denti da solo e deve farlo almeno due volte al giorno, la mattina e la sera, evitando l’assunzione di cibi zuccherati tra i pasti. Nel caso del Suo bambino, data l’importanza che riveste l’igiene orale per la guarigione delle lesioni da candida, l’azione di spazzolamento deve controllarla un adulto. Gli spazzolini soffici per bambini dovrebbero essere in grado di evitargli eccessivi fastidi.

Le consiglio l’utilizzo di collutori a base di clorexidina, ad esempio dentosan 0.12. Gli sciacqui il bambino dovrà farli a distanza di almeno mezz’ora dallo spazzolamento, poiché diverse sostanze contenute nei dentifrici possono inattivare la clorexidina.

Le rammento che il collutorio non sostituisce lo spazzolamento ma gli si aggiunge, e dovrà utilizzarlo almeno fino alla risoluzione della candidosi. Un altro consiglio che Le do, se il bambino si nutre ancora al biberon, è di buttare la tettarella e acquistarne una nuova quando le lesioni cominciano a guarire.

In ultimo, faccia attenzione alla presenza di eventuali disbiosi intestinali, cioè di alterazioni dell'equilibrio della flora batterica intestinale che possono affliggere il bambino. Nel corso di una terapia con antibiotici è sempre buona norma assumere sostanze probiotiche, tipo l'enterogermina, in grado di riequilibrare la flora batterica intestinale. Deve sapere che ogni forma di candidosi è associata alla candida intestinale: una particolare forma di disbiosi intestinale.

 
Ortodonzia linguale

ortodonzia lingualeL'ortodonzia linguale è una tecnica nata per garantire l’invisibilità del trattamento ortodontico ai personaggi del cinema.....>>

Apparecchio Invisibile

apparecchio invisibileLa tecnologia laser e il software 3D per il massimo confort e l'invisibilità in ortodonzia .....>>

Piorrea

E' quasi sempre una gengivite trascurata all'origine delle gravi forme di piorrea .....>>

Gravidanza e parodontopatie

La malattia parodontale in donne in gravidanza può costituire un serio fattore di rischio per nascite premature e sottopeso.....>>

Posturologia

La postura corporea è una funzione integrata individuale su cui  psiche, soma e ambiente esterno agiscono con un gran numero di variabili.....>>

 
 
 
 
 
| Home | Chi siamo | Pazienti | Aziende | Medici e Odontoiatri | Tecnologie |

Copyrhigt 2004 di Odontoclinic srl - Tutti i diritti sono riservati
Le informazioni fornite attraverso questo sito non possono sostituire la valutazione diretta da parte dello specialista